Meetup Pubblico venerdì 18 ottobre 2019

Il Meetup “Grilli Sanniti” comunica che domani, venerdì 18 ottobre, si terrà un Meetup aperto a tutti presso la sede di Via Francesco Paga, 63 alle ore 19,00.

Nel corso della serata ci saranno aggiornamenti da parte dei nostri Portavoce e sarà fornita assistenza per l’iscrizione alla piattaforma Rousseau.

Vi ricordiamo inoltre che la sede di Via Francesco Paga, 63 è aperta tutti i martedì dalle 17.30 alle 19.30 per raccogliere istanze e sollecitazioni da parte di tutti i cittadini, presenti le consigliere comunali Marianna Farese e Anna Maria Mollica.

Il Meetup “Grilli Sanniti”

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Meetup Pubblico venerdì 27 settembre 2019

Il Meetup “Grilli Sanniti” comunica che venerdì 27 settembre si terrà un Meetup aperto a tutti presso la sede di Via Francesco Paga, 63 alle ore 19,00.

Nel corso della serata ci saranno aggiornamenti da parte dei nostri Portavoce e sarà fornita assistenza per l’iscrizione alla piattaforma Rousseau.

Vi ricordiamo inoltre che potete seguirci sui nostri canali social ovvero sul sito www.benevento5stelle.it , sulla pagina Facebook “Grilli Sanniti” e sulla pagina Twitter @grillisanniti, sulla piattaforma Meetup dove informeremo attivisti e cittadini sui luoghi delle Assemblee Pubbliche e sulle attività in programma.

Aspettiamo numerosi tutti i cittadini.

Il Meetup “Grilli Sanniti”

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Acque inquinate dal Tetracloroetilene

Il Meetup grilli sanniti, le consigliere comunali del M5S nonché i Portavoce in Parlamento ed in Europa stanno seguendo con estremo interesse la problematica relativa alla presenza di Tetracloroetilene nel Pozzo di CAMPO Mazzoni, da cui nasce l’approvvigionamento idrico dei cittadini del Rione Libertà. Dalle ultime informazioni fornite dell’associazione “Altrabenevento”, risulta una mancata trasparenza dell’amministrazione comunale e della Gesesa nel fornire informazioni dettagliate circa l’effettiva pericolosità del livello raggiunto dal tetracloroetilene nell’ acqua che alimenta i rubinetti dei cittadini residenti al Rione Libertà.  Al di là delle generiche e bonarie rassicurazioni fornite dal Comune e da Gesesa circa l’inconsistenza del pericolo, i dati di fatto derivanti dalle analisi chimiche sulle acque di profondità resi pubblici dalla predetta Associazione avrebbero dovuto indurre alla predisposizione di una serie di efficaci azioni di approfondimento sulla consistenza dell’inquinamento e sulle cause dello stesso, nonché all’adozione delle necessarie azioni a tutela della salute pubblica dei cittadini anche attraverso l’eventuale chiusura dei pozzi oggetto d’inchiesta.

Non si dimentichi che il Sindaco è responsabile anche della salute della popolazione che amministra.

Ma il nostro Sindaco, anche in questo caso, si è segnalato per la propria indisponibilità a fornire risposte precise alle giuste domande di libere associazioni e dei cittadini. Chiediamo pertanto  che il Sindaco  provveda  tempestivamente ad informare  la popolazione beneventana sul monitoraggio continuo dei dati relativi alla presenza di tetracloroetilene nel pozzo di Campo Mazzoni ed eventualmente negli altri pozzi da cui si attinge; disponga la conseguente ed immediata pubblicazione sul sito del Comune e su quello di Gesesa Spa dei predetti dati; diffonda comunicati stampa, manifesti pubblici  ed ogni altra forma di comunicazione utile ad informare in tempo reale la popolazione sulle percentuali di Tetracloroetilene, classificato come “potenziale cancerogeno”. Ci risulta, inoltre, che la Gesesa abbia dato incarico a laboratorio esterno privato e indipendente di svolgere nuova determinazione del composto dannoso per la salute nelle falde di profondità del pozzo, producendo risultati identici a quelli riscontrati da Arpac.

Perciò la falda di profondità del Pozzo Mazzoni risulta inquinata ad un livello tossico per la salute umana.

 Rivolgiamo infine queste precise domande sia al Sindaco di Benevento che al Presidente della Gesesa:

1) A quali laboratori si rivolge Gesesa per la determinazione dei composti chimici tossici nelle acque profonde inquinate? Tali Laboratori sono certificati per questo tipo di analisi?

2) Come mai il Sindaco non si pone da anni l’obiettivo ispirato a criteri di buonsenso e precauzione di approfondire le circostanze e le cause della fonte dell’inquinamento?

3) Come mai finora non sono stati predisposti dei controlli di laboratorio sull’acqua che fuoriesce dai rubinetti di casa, del Rione Libertà e delle altre zone della città, dai quali bevono tanti adulti e bambini?

Pubblicato in Ambiente | Lascia un commento

Chi ci depurerà da Ponzio Pilato atto secondo

La conferenza stampa di fine anno del Sindaco merita un riscontro ed un sentito ringraziamento.
Con grande piacere abbiamo appreso dai giornali e dalla conferenza stampa di fine anno che il Sindaco ha deciso di piantare 300.000 alberi in città. BENE! Il sindaco non nasconde che l’idea gli è venuta leggendo di una iniziativa simile prevista a Milano e forse ha contribuito a tale slancio programmatico anche l’atmosfera indubbiamente suggestiva creata dall’alberata realizzata lungo corso Garibaldi.
Anche per tale iniziativa esprimiamo il nostro apprezzamento con un’unica nota dolente ovvero l’incerta sorte di tutti gli alberi visto che un eventuale re-impianto potrebbe non avere gli effetti sperti per la difficile adattabilità delle piante al nostro terreno.
Oltre tali iniziative si preannunciano nuove sorprese ovviamente nei limiti consentiti dalla storia.
Come può un uomo solo contrastare crisi economiche internazionali e tecnologiche, inquinamento dei fiumi e dell’aria, servizi e trasporti allo stremo, casse comunali vuote e tutti gli altri problemi cittadini?
Ponzio Pilato Mastella colpisce ancora. Se il governo non tira fuori i soldi, se la Campania è napolicentrica e se Amazon sbaraglia la concorrenza cosa può fare un primo cittadino?
Anche questa volta siamo perfettamente d’accordo! La politica così come la conosce Mastella non può far altro per la città! Se non si ha una visione del futuro, se non si ha un’idea di città, se non si è in grado di coinvolgere l’intera comunità in un vero “risveglio civico” effettivamente restano ben poche speranze per il futuro.
In compenso la politica che tanto piace a Mastella ha i suoi pregi, le poltrone si occupano e si spostano con facilità, i posti di comando vengono ben distribuiti e tutto funziona a perfezione a patto che nulla cambi.
NULLA DEVE CAMBIARE! Il sindaco aveva promesso farò quel che posso non miracoli ma, del resto, grazie all’esperienza politica maturata già era certo che qualche conferenza stampa, un po’ di accuse sparse tra governo regionale e nazionale e qualche trovata geniale sarebbero bastati a far scordare tutto agli elettori. Non tutti però sono così distratti, noi abbiamo il vizio di ricordare!
Tutto quanto enunciato e sciorinato era già sotto gli occhi di tutti dal 2016 e tutti chiedevano una politica nuova, diversa, radicale, che purtroppo resta un sogno nella nostra Città Dormiente tornata tra le braccia del vecchio e caro sistema Mastella. Per il depuratore nulla da fare per colpa del governo! Eppure, poco tempo fa URBI et ORBI il sindaco annunciava la risoluzione del problema in 18 mesi grazie al suo personale impegno per le coperture economiche e per l’affidamento a GESESA. Sono anni che le associazioni e gli esperti del settore propongono un modello diverso, più economico e moderno fatto da piccoli impianti e magari prevedendo anche una successiva fitodepurazione lungo i fiumi.
Per l’inquinamento cittadino le polveri avvelenavano anche prima, era cosa nota che l’amministrazione PEPE (ultimo regalo alla città di Mastella) da anni giocava a nascondere le centraline per alterare i valori.
A Benevento non ci sono inceneritori ne altiforni e la nostra pessima qualità dell’aria è dovuta al traffico ed agli impianti di riscaldamento. Avevamo bisogno di un vero piano magari intercomunale (PUMUS) per rivedere completamente il sistema mobilità ed invece l’Amministrazione combatte i ciclisti e tira fuori l’ennesimo piano traffico e mobilità cittadino con l’inversione di qualche senso unico e confermando le linee con i vecchi autobus esistenti da 30 anni, stazione – rione libertà – pace vecchia linee 1, 7 e 3 con tempi biblici e media da 4 passeggeri. Complimenti alla svolta ed invita i privati ad abbassare le temperature tralasciando gli impianti comunali spesso accesi anche di notte.
La macchina comunale non funzionava ed anche questo era cosa nota ma, dopo la cura Mastella i risultati si vedono e oramai non c’è più speranza. I cittadini si aggirano in stanze nuove e vuote in cerca di sportelli per l’impresa inesistenti, tavolini e chioschi attendono nel limbo e per adesso è meglio non provare ad aprire una attività commerciale. Se non hai un santo magari mastelliano non sperare di avere risposta dagli uffici. Però un altro punto a segno c’è . Da oggi chi si permette di parlare fa la fine di Corona! Sanzioni e punizioni fortunatamente non corporali. Pugno duro contro chi mette in piazza le magagne! Per lui è una questione personale ma vale anche come avvertimento per gli altri zitti e buoni a Mastellandia va così. Per le opere pubbliche non ci sono i fondi per colpa del governo e allora spazio ai privati, per il commercio e per l’economia certo non sono tempi facili , un po’ di manutenzione alle opere cerchiamo di farla (ripresa scale mobili etc), quello che era già avviato lo abbiamo completato (il ponte) ed in più i cittadini “stanno facendo più attenzione per la raccolta differenziata”. E che volete di più? Rinnoviamo ovviamente le promesse per il Mailes e per tante altre quisquiglie però, all’inaugurazione dei lavori di manutenzione del Teatro Comunale ove mai arriveranno, speriamo nella presenza di Mattarella.
Per non parlare poi dei progetti inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche, oppure del costo spropositato della scala mobile, di cui ad oggi non si è ancora riusciti a capire quanti utenti/ora dovrebbe servire, oltre al fatto che essendo inidonea per i disabili richiede anche l’istallazione di un ascensore. Con una spesa di gran lunga inferiore, non si sarebbe potuto installare un unico ascensore o una coppia, di adeguata dimensione, che sarebbero quindi costati meno alla collettività e meglio l’avrebbero servita?
Poi sul mega parcheggio in progetto per l’area del terminal di Piazza Risorgimento, questa città ha già costruito e pagato due mega parcheggi, costantemente inutilizzati, questo terzo a cosa e chi dovrà servire?
Ancora, cosa ha mai fatto il nostro Ponzio Pilato Mastella e la sua amministrazione per rendere la nostra Benevento una vera città, visto che a suo dire prima era solo una mezza città, o forse lo dice per le diverse feste pubbliche organizzate sottraendo fondi da impegni sicuramente, al momento, più necessari, o forse per il passaggio dai parcheggiatori abusivi alle cooperative sociali di parcheggiatori ( sempre gli stessi soggetti ma ora non più abusivi)…?
Tanti auguri a tutti i Beneventani e speriamo in traguardi più onorevoli per noi. Dopo Sandra ora anche Clemente cerca un posto di rilievo alla regione o in Europa più di questo davvero non potevamo chiedere a Mastella. E no! Di più non si poteva fare. La politica degli ZOMBI quella dell’epoca d’oro della DC è questa. Poco importa se siamo nel 2018, se non respiriamo e se ci ammaliamo per i veleni nell’aria e nei fiumi, se ogni anno perdiamo giovani che vanno via, se chiudono non le fabbriche ma i negozi, se la gente non riesce più a pagare le tasse più alte per servizi inesistenti, se quando piove o nevica in alcune zone è meglio scappar via, se abbiamo un piano urbanistico comunale da boom edilizio anni 60, se le scuole sono vecchie e pericolose, etc etc non si può chiedere di più, bisogna solo dire grazie SINDACO.

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

CHI CI DEPURERÀ DA PONZIO PILATO?

Nel mese di aprile 2018, a seguito del sequestro degli scarichi della rete fognaria da parte della Procura, l’Amministrazione del Comune di Benevento ha emesso un’ordinanza che, recependo quanto contenuto negli atti, fa divieto di “aggravare il livello di inquinamento nei fiumi” e pertanto sancisce l’impossibilità di avviare nuove attività e contestualmente anche di proseguire con le attività in essere.
Chi si aspettava proteste, contestazioni e iniziative varie, resta deluso: l’ordinanza, nota solo agli addetti ai lavori, viene quasi ignorata e nessuno ci fa caso. Si va avanti ognuno per la sua strada, in balia degli uffici che iniziano il solito gioco dell’oca richiedendo le più svariate forme di certificazione. Discussioni su minidepuratori (inesistenti o impossibili), clorificatori, analisi di acque di scarico… qualunque cosa per poter superare l’impasse che, in ogni caso, non viene chiarita alla cittadinanza. Ognuno tenta di aggirare l’ostacolo a suo modo assistito da consiglieri comunali, tecnici, professionisti ed esperti del settore.
Finalmente, superate le finte problematiche, il Comune si sveglia e da settembre inizia a dire le cose come stanno, mettendo nero su bianco che senza un autonomo impianto di depurazione le attività non possono essere autorizzate.
Il Sindaco, a riguardo, ha una linea politica chiara, trasparente e più volte ribadita: “non è colpa mia e non posso far nulla”! Citando addirittura i Sanniti, i Romani e Il principe Talleyrand, si dice sbalordito dal fatto che, dopo cotanti precedenti, solo a lui sia stato contestato l’inquinamento dei fiumi. Che, del resto, è la risposta del sindaco alla maggior parte dei problemi locali.
Eppure la politica pilatesca che nulla sa e nulla vuole sapere non era quella promessa in campagna elettorale. Soprattutto, non era quello che serviva ad una città già saccheggiata e ridotta allo stremo.

Il Meetup Grillisanniti ha sostenuto e appoggiato la lista del Movimento 5 Stelle alle comunali del 2016 e, da gruppo di “incompetenti” e “inesperti”, si è preoccupato di studiare e mettere a punto soluzioni in merito, soluzioni scritte e inserite poi nel programma.
A proposito dei fiumi, sapevamo perfettamente che andava affrontata con urgenza la questione depurazione. Non i Romani e i Sanniti, ma l’amministrazione precedente del sindaco Pepe, era già stata interessata da procedimenti penali proprio per lo stesso motivo. Ed il famoso impianto attende ormai da 30 anni.
La nostra proposta è ancora lì, chiara e di puro buon senso: in una città fatta da colline e attraversata da corsi d’acqua (oltre ai fiumi ci sono i torrenti), riteniamo sbagliato raccogliere tutte le linee fognarie per portarle a chilometri di distanza, in zona alluvionale e di valore ambientale, e lì costruire un unico grande impianto. Al contrario, proponevamo e proponiamo di realizzare piccoli impianti in prossimità degli scarichi già esistenti. 
La soluzione da noi indicata (avallata da esperti ed associazioni che seguono la questione) era e sarebbe più economica, rapida e di facile realizzazione anche oggi. Già istallando un solo depuratore prefabbricato nei pressi di uno degli scarichi che oggi sversano liquami, con una spesa molto relativa (meno di una serata di festa cittadina), sarebbe stato possibile abbattere il livello di inquinamento dei nostri fiumi e sbloccare la situazione. 
In ogni sede, tramite i nostri portavoce, abbiamo promosso e sostenuto le nostre idee cercando anche di mediare e di trovare posizioni condivise con associazioni, Amministrazione e cittadini. Ovviamente l’unico sordo è stato il Comune che continua nella linea di delegare tutto alla Gesesa, all’Autorità di Bacino e al Commissario di Governo, col risultato di avere ottenuto dopo due anni (notate bene) uno “Studio preliminare propedeutico alla redazione del progetto di fattibilità del sistema depurativo”. Ma nessuno può dir nulla perché Ponzio Pilato Mastella ha sentenziato: “ho recuperato i soldi e ho passato la palla, di più non posso”! 

Quando la politica è richiamata nei fatti alla responsabilità di scelte anche radicali i Ponzio Pilato sono inutili. Quantomeno insufficienti. Visto che inquinare non si può, cosa facciamo? Chiudiamo l’intera città, tribunale e uffici comunali compresi, o affrontiamo seriamente il problema provvedendo con urgenza a realizzare impianti anche provvisori nei pressi degli scarichi sequestrati (fosse pure uno solo, meglio di nulla)?. La città non può più attendere e non può più essere presa in giro con un vergognoso scaricabarile che ricade solo e sempre sul più debole!

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Meetup venerdì 2 novembre 2018

Il Meetup “Grilli Sanniti” comunica che venerdì 2 novembre si terrà un Meetup aperto a tutti presso il Bar 14B2 di Viale Atlantici alle ore 19,30.

Nel corso della serata ci saranno aggiornamenti da parte dei nostri Portavoce e sarà fornita assistenza per l’iscrizione alla piattaforma Rousseau.

Vi aspettiamo dunque venerdì 2 novembre ed ai nostri gazebo successivi. Vi ricordiamo inoltre che ora più che mai sarà importante seguirci sui nostri canali ufficiali social ovvero sul sito www.benevento5stelle.it , sulla pagina Facebook “Grilli Sanniti” e sulla pagina Twitter @grillisanniti, sulla piattaforma Meetup dove informeremo attivisti e cittadini sui luoghi delle Assemblee Pubbliche e sulle attività in programma.

Aspettiamo numerosi tutti i cittadini.

Il Meetup “Grilli Sanniti”

Pubblicato in Novità, Uncategorized, Varie | Lascia un commento

La partecipazione ad Italia a 5 Stelle del nostro Meetup

Gli attivisti del nostro Meetup hanno partecipato alla 2 giorni di Italia a 5 Stelle al Circo Massimo. Sono stati due giorni di forti emozioni, incontri e partecipazioni ad Agorà Regionali e Nazionali. Insieme ai nostri Portavoce Nazionali e Comunali abbiamo avuto modo di confrontarci e di conoscere quanto il Nostro Governo del Cambiamento si appresta a fare.

Guarda le foto qui:

I nostri eventi – Fotogallery

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Meetup -Gazebo sabato 13 ottobre 2018

 

Il Meetup “Grilli Sanniti” comunica che sabato 13 ottobre si terrà un Meetup – Gazebo lungo Corso Garibaldi, nella zona antistante i giardini del Museo Arcos dalle 17,00 alle 22,00.

I Portavoce del Movimento 5 Stelle incontreranno i cittadini e illustreranno le attività fin qui svolte e ci saranno focus sulle politiche del Governo Nazionale.

L’occasione sarà propizia anche per programmare le attività da portare avanti nell’immediato a livello locale con le nostre Portavoci in Comune.

Nel corso della serata sarà possibile anche aderire all’evento “Italia a 5 stelle” il prossimo 20-21 ottobre con pullman organizzato dal Meetup “Grilli Sanniti” in collaborazione con i nostri Portavoce locali e nazionali.

Vi aspettiamo dunque sabato 13 ed ai nostri gazebo successivi. Vi ricordiamo inoltre che ora più che mai sarà importante seguirci sui nostri canali ufficiali social ovvero sul sito www.benevento5stelle.it , sulla pagina Facebook “Grilli Sanniti” e sulla pagina Twitter @grillisanniti, sulla piattaforma Meetup ,dove informeremo attivisti e cittadini sui luoghi delle Assemblee Pubbliche e sulle attività in programma.

Aspettiamo numerosi tutti i cittadini.

Il Meetup “Grilli Sanniti”

Pubblicato in Comunicati | Contrassegnato | Lascia un commento

Assemblea Pubblica – Mercoledì 20 giugno 2018 ore 19,30

Il Meetup “Grilli Sanniti” comunica che l’Assemblea Pubblica si terrà, eccezionalmente, Mercoledì 20 giugno ore 19,30 presso il Bar Penelope Caffè di Via Gregorio VIII (Scalette di Pazza Orsini).

Vi ricordiamo inoltre che ora più che mai sarà importante seguirci sui nostri canali ufficiali social ovvero sul sito www.benevento5stelle.it , sulla pagina Facebook “Grilli Sanniti” e sulla pagina Twitter @grillisanniti, sulla piattaforma Meetup dove informeremo attivisti e cittadini sui luoghi delle Assemblee Pubbliche e sulle attività in programma.

Aspettiamo numerosi tutti i cittadini

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Questione Dehors

Il Meetup “Grilli Sanniti”, sollecitato da diversi cittadini ed esercenti in relazione alla regolarizzazione degli spazi esterni, ricorda che l’annosa questione era inserita nel programma di governo della città alle precedenti amministrative del 2016. In quell’occasione individuammo una serie di problemi legati al malfunzionamento degli uffici Comunali; non a caso i nostri portavoce in seno alle commissioni di pertinenza hanno richiesto l’approvazione di un regolamento chiaro e certo a questa Amministrazione. È impensabile che gli esercenti siano prima autorizzati alle installazioni, sostenendo ingenti costi, successivamente ricevano la richiesta di integrazione della documentazione da parte dell’amministrazione che potrebbe, a quel punto, revocare le autorizzazioni in assenza del benestare della Sovrintendenza di Caserta. Tutto ciò a discapito degli esercenti corretti e virtuosi che si vedrebbero costretti a sostenere ulteriori ingenti spese per la rimozione. A nulla potranno valere le varie feste organizzate nel periodo estivo per ripagare gli esercenti del danno ricevuto. Per queste ragioni chiediamo a questa Amministrazione di approvare in tempi brevi un Regolamento chiaro, di organizzare gli uffici preposti in maniera tale che ci possano essere un coordinamento con la Sovrintendenza e tempi certi per le autorizzazioni, in modo da creare le giuste premesse per una vera lotta all’abusivismo.

Seguiteci su www.benevento5stelle.it

Pagina Facebook: Grilli Sanniti

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento